Cyclette per lo spinning: come scegliere quella giusta

· 6 novembre 2018
Se preferite fare sport da soli e in casa vostra, anzichè andare in palestra, uno dei modi migliori per fare cardio è lo spinning. Per questo, vogliamo darvi dei consigli per scegliere la cyclette per lo spinning che fa al caso vostro

Volete allenarvi in casa perché non avete tempo per andare in palestra? Vi piacerebbe approfittare di un momento libero, mentre guardate la TV o mentre la cena è in forno, per fare un po’ di movimento? Se la risposta è sì, la cyclette per lo spinning può essere un buon investimento.

Prima di comprarla, tuttavia, è bene conoscere alcune informazioni che vi aiuteranno a scegliere la cyclette per lo spinning che fa al caso vostro.

Perché comprare una cyclette per lo spinning?

Facendo dei calcoli, potrebbe anche essere più conveniente comprare una bici per lo spinning e allenarvi in casa ce non pagare la quota mensile per andare in palestra. Avere un attrezzo 24 ore al giorno e 365 giorni l’anno potrebbe spingerci a perdere quei chili di troppo che tanto ci danno fastidio.

Non avrete più scuse per non fare esercizio fisico, dato che avrete a disposizione gli attrezzi giusti prima di andare a lavoro, quando rientrate da una giornata di lavoro o durante il fine settimana.

Ma la cosa migliore è che potrete fare spinning mentre guardate un film o una serie, oppure mentre aspettate che la lavatrice termini il ciclo di lavaggio, o che la cena sia pronta. Potete persino allenarvi mentre i vostri figli fanno i compini o mentre fanno il riposino pomeridiano!

D’altra parte, persino nelle palestre più moderne e costose della città, gli attrezzi mostrano segni di usura e di scarsa manutenzione. Le cyclette tendono a deteriorarsi in poco tempo e non funzionano come dovrebbero.

Invece, se ne avete una in casa tenderete a prendervene cura e a mantenerla sempre in buone condizioni; fondamentalmente, perché è vostra, vi è costata e perché ne avete bisogno per allenarvi.

Che caratteristiche deve avere una buona cyclette per lo spinning?

Se vi siete convinti a comprare una cyclette per lo spinning e ad allenarvi in casa, il passo successivo è sapere quali sono le caratteristiche che questo attrezzo deve avere perché sia di qualità. Tra gli aspetti da tenere a mente nella descrizione, spiccano:

1. Ruota d’inerzia pesante

Si tratta di una delle caratteristiche principali da tenere in considerazione per scegliere una cyclette da usare in casa. Cosa è la ruota (o volano) di inerzia? il nome dato alla ruota che permette di girare l’asse del pedale e che riproduce l’impulso che diamo. La resistenza che ha è quella che in pratica ci aiuterà ad allenarci meglio.

Ragazza si allena in palestra

Nel caso delle bici da spinning, il peso della ruota di inerzia deve essere almeno di 18 chili all’incirca. Vi renderete conto voi stessi se questo peso è adatto a voi, dato che sollevandovi percepirete una maggiore stabilità e solidità dell’attrezzo.

È vero che esistono in commercio bici più accessibili e meno robuste che possono comunque essere accettabili, ma perché siano utili, è fondamentale che il volano d’inerzia sia solido.

2. Cinghia di distribuzione

Questo è un’altra delle caratteristiche di una bici per lo spinning e che non ha la bici da strada. Nel primo caso i pedali si connettono al volano d’inerzia, per cui questa connessione è conosciuta come “trasmissione” o “distribuzione”, che può essere una catena o una cinghia di distribuzione.

Se l’input proviene da una cinghia, è probabile che la durabilità sia superiore. Inoltre, richiederà meno manutenzione e sarà più silenziosa (perfetta per essere usata in casa anche al mattino presto o alla sera tardi). Nel caso in cui l’input venga trasmesso attraverso una catena, noterete mal di testa più frequenti, dato che la cyclette si logorerà in breve tempo.

Fare spinning

3. Sellino regolabile

Qualunque cyclette scegliamo deve offrire un sellino regolabile e comodo, che si adatti alle necessità del ciclista. In caso contrario, il nostro allenamento non sarà dei migliori ed è probabile che decidiamo di abbandonare l’esercizio nel giro di poco tempo.

Dovete sapere che non in tutte le cyclette è disponibile questa funzionalità, per cui fate molta attenzione a quanto vi permette di regolare l’altezza o la distanza dal manubrio, e a poterla regolare in base alla lunghezza delle vostre gambe e delle braccia!

4. Manubrio regolabile

Come succede con il sellino, anche per il manubrio è fondamentale che sia adattabile al nostro corpo (e non deve succedere l’opposto, perché provocherebbe inutili dolori). Oltre a poter regolare l’altezza, la cyclette che scegliamo dovrebbe permetterci di cambiare la lunghezza, in modo da permetterci di allungarci più possibile.

In quanto alla multiposizione, questa funzione indica che è possibile appoggiare le mani, i gomiti o le braccia in diversi punti della cyclette.