5 posizioni yoga per l’addome

· 7 ottobre 2018
Queste 5 posizioni yoga per l'addome vi permetteranno di avere la pancia piatta che desiderate.

Se si desidera che i muscoli dell’addome, chiamati anche core, siamo forti e stabili, lo yoga è un’attività altamente raccomandata. Non dovrete nemmeno lasciare la vostra casa per dedicare qualche minuto al giorno a queste semplici posizioni yoga per l’addome.

Ecco quali sono le migliori posizioni yoga per l’addome.

Per raggiungere questo obiettivo, lo yoga può essere uno strumento essenziale. Questa pratica millenaria presenterà benefici a diversi livelli per il vostro organismo. Questi sono i principali:

  • Muscolare: lo yoga aiuta ad acquisire forza, resistenza, flessibilità e stabilità nei muscoli.
  • Osseo: questa flessibilità si applica anche alle ossa, il che le rende più resistenti; inoltre, il miglioramento della stabilità riduce le probabilità di soffrire di cadute che potrebbero generare fratture o colpi.
  • Mentale: questi esercizi aiutano anche a rilassarci, allentare la tensione e persino a migliorare la vita sessuale.

Infine, è anche necessario ricordare che lo yoga è fa molto bene alla nostra salute perché include tecniche di respirazione e permette di socializzare con altre persone, nel caso in cui decidiate di prendere lezioni.

 Posizioni yoga per l’addome

Ora, all’interno della vasta gamma di esercizi che include questa disciplina, ce ne sono alcuni specifici che ci aiuteranno a lavorare su questa fascia muscolare. Vi mostriamo cinque grandi posizioni yoga per l’addome:

1. Plank laterale

Chiamata anche vashistasana, questa posizione è una delle preferite durante l’allenamento dell’addome. Per iniziare, dovete mettervi con una mano appoggiata a terra con il braccio completamente teso. Cercate di mantenere il resto del corpo in linea retta; l’altro punto di contatto con il pavimento sarà il piede di quello stesso lato.
PlankL’idea è di sostenere il peso del corpo con questi due supporti; naturalmente, la stabilità che è possibile fornire con il core o addome, attraverso la contrazione dei muscoli, sarà fondamentale.

Se avete problemi all’inizio, potete aggiungere l’altro piede come supporto. Per fare questo, flettete il ​​ginocchio e passatelo davanti al ginocchio della gamba che avete steso.

2. Posizione della barca

La posizione della barca o navasana è estremamente impegnativa. Tuttavia, potete iniziare a piccoli passi e progredire gradualmente man mano che acquisite forza e stabilità.

I passi da seguire sono questi: in primo luogo, stare seduti sul pavimento, appoggiati sui glutei. Successivamente, dovete unire e sollevare le gambe con le ginocchia leggermente flesse mentre sollevate anche il tronco.

È importante tenere sempre aperto il petto, anche se l’esercizio richiede di contrarre l’addome. In altre parole, non si dovrebbe “fare una piccola palla” per rendere la posizione della nave con il corpo.

3. Addominali con gambe in alto

Questa è una delle posizioni yoga per l’addome che vi verranno più facili da fare se avete appena iniziato a praticare questa disciplina. Per fare questo esercizio, mettetevi sdraiati sul pavimento, a faccia in su.

addominali

Quindi, sollevate le gambe mantenendole distese. Una volta raggiunta questa posizione, portate le mani dietro la nuca e sollevate il tronco a poco a poco. Dopo alcuni secondi, riprendere lentamente la posizione iniziale.

4. Plank frontale

Questa posizione è ben nota; sicuramente l’avete già vista e potreste persino averla fatta in una sessione di allenamento. Consiste nel mettersi sdraiati a faccia in giù, con gli avambracci e le punte dei piedi come unici supporti.

L’addome, ben teso, dovrebbe funzionare come supporto per la parte centrale del corpo. Questo dovrebbe rimanere in linea retta, alla stessa altezza delle gambe e del collo. Oltre a questa variante, potete anche allungare le braccia e usare i palmi come supporto per aggiungere più difficoltà.

5. Posizione del ponte

Anche quest’ultima alternativa delle posizioni yoga per allenare l’addome che elenchiamo è molto popolare. Consiste nello stare sdraiati sul pavimento sulla schiena e piegare le ginocchia; il supporto sul pavimento dovrebbe essere la pianta dei piedi.

Successivamente, alzare il bacino fino a raggiungere la piena estensione; dovete sempre tenere le ginocchia piegate a 90 °. Le braccia e le mani, nel frattempo, devono rimanere distese ai lati del corpo. Se volete e potete farlo, portate le spalle un po’ indietro e afferrate i talloni con le mani.

Ricordate che il tempo che trascorrete in ciascuna posizione dipenderà dalle vostre condizioni fisiche; nessuno meglio di voi saprà come determinare la durata giusta a seconda delle vostre esigenze e possibilità. Inoltre, non dimenticate mai che fare respiri profondi in modo consapevole è importante quanto stare calmi e liberare la mente quando si fanno questi esercizi.

Queste posizioni yoga per allenare l’addome non solo vi aiuteranno a essere più forti e miglioreranno la vostra salute, ma potrete anche ottenerne benefici estetici. Poiché sono utili per perdere peso, possono aiutarvi ad avere la pancia piatta che avete sempre voluto, soprattutto se combinate queste posizioni yoga per l’addome con una dieta sana e altro esercizio fisico.