L’alimentazione nel calcio femminile

21 Giugno 2019
Negli ultimi anni, il calcio femminile ha avuto un grande impulso grazie alla creazione di diversi campionati professionistici. Si stima che attualmente oltre 30 milioni di ragazze e donne in tutto il mondo pratichino questa disciplina da professioniste o a livello amatoriale. Ma come deve mangiare una calciatrice? Ve lo diciamo qui.

Da un punto di vista fisico, il calcio femminile è uno sport molto impegnativo. Per questo motivo l’alimentazione svolge un ruolo importante. È necessario reintegrare le energie perse durante la pratica sportiva attraverso il giusto apporto di nutrienti. Leggete con attenzione e seguite i nostri consigli per migliorare le vostre prestazioni.

Il calcio femminile e l’alimentazione

Indubbiamente stiamo parlando di uno sport completo la cui pratica permette di mantenere un buono stato di salute. Tuttavia, non basta fare solo dello sport per mantenersi in forma. Anche l’alimentazione è importante per avere una buona salute e migliorare le proprie prestazioni.

Una dieta corretta permette di migliorare le prestazioni degli atleti. Per questo motivo, specialmente nel calcio, un numero crescente di club si rivolge a dei medici nutrizionisti.

Nel caso del calcio femminile non vanno presi in considerazione solamente gli aspetti sportivi, ma anche quelli che riguardano gli ormoni.

Qualsiasi tipo di attività fisica deve essere accompagnata da una dieta adeguata che permetta di ottimizzare le prestazioni dell’atleta. Un’alimentazione corretta permetterà ai giocatori di avere più velocità, resistenza, concentrazione e una maggiore sensazione di sazietà.

Per ottenere questo, è consigliabile il consumo di proteine animali e snack salutari naturali. Se una persona si infortuna o deve interrompere l’allenamento per qualsiasi ragione, è necessario ridurre le porzioni e aumentare l’apporto di liquidi, specialmente acqua e succhi di frutta naturali senza zucchero.

alimentazione nel calcio femminile

Un’alimentazione varia e variabile

L’alimentazione di una squadra di calcio deve essere molto varia, ma anche variabile. Cioè, non solo deve adattarsi alle esigenza di ciascun atleta, ma deve modificarsi in base al momento della stagione calcistica e alla tipologia di allenamento.

In questi casi, il nutrizionista deve sviluppare un piano alimentare che tenga conto delle diverse fasi della stagione: la preparazione, le competizioni, i viaggi e la fase di recupero.

Il nutrizionista deve sviluppare una dieta specifica per il pre e il post allenamento, come anche per il pre e post partita. Deve controllare il peso dei giocatori e stabilire non solo il tipo di cibo, ma anche le porzioni adeguate in base alla salute degli atleti, al momento della stagione e ad altre informazioni a sua disposizione.

piedi su una bilancia

La differenza tra calciatori uomini e calciatrici donne

L’alimentazione per il calcio femminile deve prendere in considerazione degli aspetti che esulano dalla disciplina in quanto tale. Ci sono delle differenze tra il calcio maschile e quello femminile che vanno oltre a quelle evidenti a tutti.

Andiamo a vedere alcune delle differenze più importanti che i nutrizionisti dovrebbero prendere in considerazione quando elaborano un piano nutrizionale per le atlete.

  • La presenza dei grassi deve essere maggiore per ottenere più energia. Come conseguenza c’è un risparmio del glicogeno muscolare.
  • Generalmente, le donne hanno più difficoltà ad aumentare la massa muscolare. Con i cibi giusti si possono ottenere degli ottimi risultati.
  • La dimensione del cuore delle donne è solitamente più piccola di quella degli uomini. Quindi, ci sono delle differenze non solo nelle prestazioni, ma anche nell’adattamento cardiocircolatorio all’attività fisica.
  • La percentuale di grasso corporeo è solitamente più alta nelle donne che negli uomini. In cifre, questa percentuale è di solito tra l’8 e il 10 percento.
  • La quantità di sangue nelle donne è inferiore a quella degli uomini. Questo si traduce in una frequenza cardiaca più elevata e una capacità molto inferiore di trasportare ossigeno.
  • Le donne che praticano sport regolarmente hanno più probabilità di soffrire di mancanza di ferro a causa delle mestruazioni.

Scegliere gli alimenti migliori per il calcio femminile

L’alimentazione è senza dubbio un fattore importante non soltanto per il calcio femminile, ma per qualsiasi tipo di sport e per la salute in generale.

La scelta dei cibi giusti, le quantità e la loro combinazione sono fondamentali per fornire all’organismo l’energia necessaria per affrontare uno sforzo fisico non indifferente.

Non a caso, in qualsiasi disciplina, le prestazioni degli atleti sono strettamente legate all’adozione di una dieta equilibrata che deve essere seguita indipendentemente dagli allenamenti e dalle competizioni.