La dieta per chi fa basket: ecco come deve essere

· 24 Maggio 2019
La dieta per chi fa basket è ricca di carboidrati e di proteine, ma è influenzata anche dalla posizione in cui si gioca.

Tutti gli sport hanno una dieta caratteristica e il basket non fa eccezione. Nonostante sia uno sport a breve distanza, i giocatori devono unire forza e agilità e saltare. Inoltre, un giocatore di basket può correre fino a 5 chilometri a partita. Vediamo insieme le caratteristiche della dieta per chi fa basket.

Gli esercizi che chi fa basket deve affrontare sono sia aerobici che anaerobici. In breve, il basket è uno sport di forza, corsa, velocità e grande resistenza. Per non parlare del fatto che il corpo degli atleti è spesso di dimensioni particolarmente grandi. Per tutti questi motivi, il corpo di un giocatore di basket deve rimanere ben nutrito. Ecco allora la dieta adeguata per chi fa basket.

La dieta per chi fa basket: molti carboidrati

A differenza di altre discipline, chi fa basket è autorizzato a mangiare tutti i tipi di carboidrati. Dal più pesante al più digeribile, i carboidrati sono tutti fondamentali per fornire energia ai corpi di grandi dimensioni e volume.

Riso con carote

Per questo motivo i giocatori di basket mangiano un sacco di riso, pasta, patate, quinoa, pane e frutta pesante come la banana. L’ingestione di carboidrati si riduce solo in caso di allenamento mattutino, anche se in genere questo tipo di atleta ha bisogno di dedicare molto tempo alla digestione.

L’assunzione minima di carboidrati dovrebbe essere di 5 g / kg. Tuttavia, queste percentuali dipenderanno dalla costituzione del giocatore. Questo definirà in particolare la sua posizione nel campo: avanti, pilota, difensore, ecc.

Le proteine ​​per il recupero muscolare

Il consumo di carne è importante per recuperare i muscoli affaticati. Ricordate che il peso del giocatore favorisce l’attività fisica. Qui non ci sono limiti: carne, pollo, pesce, ecc. Anche le uova sono molto importanti, come in quasi tutti gli sport.

Ricette di salmone

Per ottenere vitamine, minerali e amminoacidi, è essenziale una dieta varia. Chi fa basket non deve limitarsi ad un solo gruppo alimentare e può mangiare quasi tutto. Per quanto riguarda i grassi nocivi, dovrebbero essere limitati al massimo, sostituendoli con prodotti come l’olio d’oliva.

Da questa prospettiva, sembra che la dieta del giocatore di pallacanestro sia pesante rispetto a quella di altri atleti. Dobbiamo ricordare che stiamo parlando di uno sport di 4 periodi da 10 minuti, pause e continue sostituzioni. Ciò che conta di più sembrano essere la potenza, la forza e la velocità del giocatore.

Tutto dipende dalla posizione

Le squadre di pallacanestro hanno posizioni diverse per esercitare diverse funzioni e ogni giocatore occupa una determinata posizione in base al fenotipo e alle caratteristiche del gioco. Ovviamente, il cibo ha molto a che fare con la natura di ogni funzione nel basket.

Ad esempio, la base e la scorta sono i giocatori che sono in prima linea nell’attacco. Entrambi sono veloci, potenti e abili con la palla, quindi la loro dieta sarà un po’ meno pesante. Questo tipo di giocatori devono mantenersi molto più idratati per resistere al costante avanti e indietro nel campo di gioco.

Molto diverso è lo stato fisico del perno e la potenza in avanti. Entrambi sono giocatori alti, pesanti e con grande forza. Essendo posizioni di carattere difensivo, la loro costituzione sarà maggiore, anche per il fatto che correranno meno in campo. L’adempimento dei loro doveri richiede una dieta e una corporatura più pesanti.

La dieta adeguata per chi fa basket

Un altro aspetto che influenza la dieta adeguata per chi fa basket sono i tornei. Durante le fasi iniziali le squadre tendono a giocare una volta alla settimana, ma con il passaggio ai Playoff, le cose cambiano.

In una settimana possono esserci fino a 4 partite, a seconda della configurazione del campionato. In queste fasi, la dieta diventa più rigida e il consumo di energia è maggiore.

Un altro elemento chiave, soprattutto a livello di idratazione, è l’esistenza dei mezzi tempi, durante i quali i giocatori possono prendere un respiro e idratarsi. L’acqua e le bevande energetiche non devono mai mancare, per evitare la disidratazione.

dieta per chi fa basket

Oltre a ciò, il completamento delle partite è un momento nutrizionale importante. In primo luogo, dovrebbero essere consumate bevande con una concentrazione di carboidrati al 6%. L’obiettivo è sostituire il glicogeno perso durante l’attività fisica. In questa fase si consiglia anche il consumo di alimenti ricchi di sodio (salati).

In sintesi, la dieta adeguata di chi fa basket è rivolta a una persona forte, potente e grande e sarà molto diversa da quella di un corridore o di un nuotatore. Il recupero è essenziale, così come il mantenimento del peso e della muscolatura.