Effetti positivi della caffeina nell’allenamento

· 18 luglio 2018
Sapevate che gli effetti positivi della caffeina sull'allenamento sono molti? Un buon caffé, insomma, fa bene anche allo sport.

La caffeina è oggetto di discussioni; esistono molti miti su questa sostanza, se fa bene, se fa male, chi può consumarla e chi no. Per chi fa sport sistematicamente o si allena con regolarità, è interessante conoscere gli effetti positivi della caffeina.

Gli effetti positivi della caffeina sono diversi e possono essere molto utili per gli sportivi.

Cos’è la caffeina?

Si tratta di una sostanza alcaloide che proviene naturalmente dalle foglie o dai semi di alcune piante. Tra queste si trovano il caffè, come indica il nome, il guaranà, l’erba mate e il tè; esistono anche i termini teina o guaranina.

Analizzando tutti questi prodotti, si osserva che la molecola di queste piante è lo stesso alcaloide, con la differenza che alcune di esse contengono altre sostanze.

Viene considerata un tipo di droga, poiché agisce sul sistema nervoso centrale. Aumenta i livelli di allerta, è eccitante e aumenta leggermente le percezioni. Viene consumata ogni giorno da un’alta percentuale della popolazione mondiale.

Nonostante i suoi effetti sul sistema nervoso centrale, la caffeina non è considerato un tipo di doping, quindi non c’è motivo di preoccuparsi. Alcuni enti la considerano come tale, ma solo in concentrazioni talmente alte che molto difficilmente possono essere raggiunte con un consumo normale.

Effetti positivi della caffeina negli sportivi  

Tazzina di caffè e sport

Esistono molti studi sulla relazione tra la caffeina e lo sport. La scoperta più importante è quella relativa ai suoi effetti ergogenici.

Il termine “ergogenico” si riferisce ai medicinali, composti o sostanze che contribuiscono ad aumentare la potenza muscolare. In altre parole, un aiuto ergogenico migliora la capacità di lavoro del corpo, il che si traduce in un migliore rendimento.

Gli effetti ergogenici della caffeina variano a seconda della condizione fisica dell’atleta, dell’intensità dell’attività fisica realizzata e dalla durata della stessa. La caffeina viene presentata spesso anche come una sostanza brucia-grassi, ma per gli atleti questa sua caratteristica è di scarsa importanza.

Tra gli effetti positivi della caffeina rientrano anche:

  • Meno sonnolenza
  • Favorisce il lavoro del sistema circolatorio
  • Aumenta la concentrazione
  • Accresce lo stato d’allerta
  • Combatte la fatica
  • Stimola la respirazione

Come consumare la caffeina se si è sportivi

Quando consumare la caffeina?

La caffeina agisce e raggiunge il suo massimo livello di concentrazione nell’organismo un’ora dopo il suo consumo. È importante tenerne conto al fine di assumerla nel momento ideale.

D’altro canto, si consiglia di eliminare la caffeina dalla dieta di uno sportivo e includerla solo durante una gara. Il motivo è che se l’organismo si abitua al suo consumo, gli effetti diminuiscono.

Qualsiasi atleta che decida di consumare caffeina, dovrebbe verificarne gli effetti sul proprio organismo prima di una gara.

Quanta caffeina consumare?

La quantità raccomandata di caffeina va dai tre ai sei milligrammi ogni chilo; è controindicato consumarne più di 500 mg al giorno. Sebbene la caffeina non possa essere considerata una sostanza tossica, non fa bene eccedere.

Come consumare la caffeina?

Alcune bevande la contengono, come il caffè o il tè, le bevande a base di cola e alcune energetiche. Tuttavia, l’ideale è ricorrere ai prodotti per sportivi. In questi integratori la caffeina viene disidratata in modo da controllarne le dosi ed evitare gli effetti collaterali delle bibite elencate.

Il mito della disidratazione

Molte persone credono che la caffeina sia un diuretico e che assumerla prima di fare sport possa causare disidratazione. Non ci sono prove sulla relazione tra la caffeina e i problemi o squilibri relazionati ai liquidi.

Acqua durante lo sport

Alcuni effetti collaterali da valutare

Come qualsiasi altra sostanza, la caffeina può avere degli effetti collaterali. Tra questi troviamo:

  • Dipendenza. Sebbene leggera, le persone che consumano regolarmente caffeina ne hanno bisogno ogni giorno. Si trasforma in un’abitudine difficile da eliminare.
  • Insonnia. Alcune persone quando consumano caffeina manifestano difficoltà a dormire, irascibilità o nervosismo. Questo può succedere anche quando si elimina la sostanza dalla propria dieta, trattandosi di una leggera sindrome da astinenza.
  • Disturbi gastrici. Alcune persone sono poco tolleranti alla caffeina, motivo per il quale possono manifestare disturbi gastrici di diverso tipo.

Tutti gli organismi sono diversi. Ogni atleta deve considerare la propria condizione, la propria performance e il tipo di sport che realizza per valutare se il consumo di caffeina può essergli favorevole. È consigliata per giocatori di rugby, calcio, ciclisti e altri atleti che praticano sport ad alta intensità.