Cioccolato, mito e verità

7 agosto 2018
Piace quasi a tutti, ma oltre al suo delizioso sapore, il cioccolato possiede molte altre grandi virtù interessanti da conoscere

Il cioccolato è uno degli alimenti più popolari al mondo. Il suo sapore delizioso e le diverse modalità di preparazione, lo hanno collocato al centro di numerose controversie. Cioccolato, mito e verità, da sfatare o confermare, per un alimento che vale sicuramente la pena conoscere a fondo.

Cioccolato, mito e verità, in questo articolo cercheremo di fare chiarezza su questo delizioso prodotto!

Cioccolato, mito e verità

Negli ultimi anni sono stati pubblicati una serie di studi che hanno rivelato i numerosi benefici per la salute, legati al consumo di cioccolato. Senza dubbio, nel corso degli anni, sono tanti i miti che si sono formati intorno a questo alimento così delizioso.

Il cioccolato fa bene alla salute? Quali sono i suoi benefici? Fa ingrassare? Sono tante le domande che si sono formate nel corso della storia, riguardo al consumo di questo delizioso prodotto. Oggi la Scienza finalmente possiede la risposta per svelare i miti e le verità sul cioccolato.

Miti e verità sul cioccolato

Cioccolato, mito e verità

Il cioccolato fa ingrassare?

Il consumo di cioccolato è associato spesso all’aumento di peso. Tuttavia, questa premessa può essere considerata un mito. Il motivo? Allo stesso modo di altri alimenti, il cioccolato non provoca l’aumento di peso se consumato moderatamente e all’interno di una dieta bilanciata.

In quanto alla carica calorica, 100 grammi di cioccolato apportano circa 500 calorie. Se il cioccolato è di tipo fondente o amaro, le calorie possono essere ancora inferiori.

Consumare cioccolato in maniera moderata non significa necessariamente squilibrare una dieta bilanciata. Difatti, si raccomanda di assumere tra i 15 e i 20 grammi di cioccolato al giorno, sia per gli adulti che per i bambini.

Il cioccolato fa bene al sistema cardiovascolare?

Diverse analisi scientifiche hanno dimostrato che il consumo di cioccolato puro, con un’alta percentuale di cacao, risulta benefico per la salute del sistema cardiovascolare. Questa affermazione non vale per il cioccolato al latte o quelli con alto contenuto di zucchero.

I flavonoidi presenti nel cacao contribuiscono alla dilatazione dei vasi sanguigni, fattore che a sua volta si traduce in una migliore circolazione sanguigna. Questo è il motivo per cui si raccomanda il consumo di 10 grammi di cioccolato fondente tutti i giorni.

Verità sul cioccolato

La relazione fra carie e cioccolato

Per molti anni si è associata la comparsa di carie al consumo di cioccolato, ma questa associazione non è esattamente veritiera. Di fatto, la carie fa la sua comparsa più per una questione d’igiene che per le abitudini alimentari.

È il tempo nel quale gli alimenti permangono in bocca che risulta determinante per la comparsa della carie, e questo è ciò che realmente determina le infezioni paradontali.

È stato dimostrato che la teobromina, composto presente nel cacao, previene la comparsa della carie e riduce la sensibilità dentale. Questo composto si può trovare nel cioccolato più puro, ovvero quello più scuro e amaro.

Il cioccolato provoca l’acne?

Questo è uno dei tanti miti che ruota intorno al cioccolato. L’acne fa la sua comparsa, nella maggior parte dei casi, in situazioni di squilibrio ormonale. Si riscontra, infatti, una maggiore propensione a soffrire di acne in determinate fasce d’età o durante il ciclo mestruale.

Come abbiamo visto nei paragrafi precedenti, se il consumo di cioccolato è moderato e preferibilmente di tipo fondente e amaro, non dovrebbe incidere sulla comparsa dell’acne.

Cacao amaro in polvere

Il cioccolato combatte la depressione

Il cioccolato contiene serotonina e feniletilamina. È stato dimostrato che queste due sostanze sono utili per migliorare gli stati d’animo. Di fatto, entrambe sono considerate come antidepressivi, oltre ad avere un ottimo effetto antinvecchiamento.

Quando si consuma del cioccolato, si genera una sensazione di benessere e piacere che migliora l’umore e lo stato d’animo della persona. Inoltre, la teobromina contenuta nell’alimento, stimola le funzioni cerebrali e migliora la concentrazione.

Dalla sua scoperta, il cioccolato si è trovato al centro di controversie rispetto ai suoi possibili effetti secondari e benefici. Ogni giorno si manifestano sempre più benefici.

Con il passare degli anni si è confermato che un suo consumo moderato, non solo non ha effetti negativi sulla salute, bensì apporta numerosi benefici; specialmente se si tratta di cioccolato fondente o amaro.

Guarda anche