Consigli per rimanere idratati durante la corsa

· 27 Maggio 2019
La disidratazione è un problema comune durante la corsa, che può influire sulle prestazioni e il recupero e può portare a problemi più seri. Per questo motivo, è importante programmare bene l'allenamento per rimanere idratati durante la corsa.

Il principale nemico della corsa è la disidratazione. Un corridore scarsamente idratato è incline all’affaticamento, alla mancanza di resistenza e la sua routine verrà interrotta. La mancanza di acqua è si traduce in assenza di ossigeno nel corpo. Proprio perché è così importante, in questo articolo, vi daremo dei consigli per rimanere idratati durante la corsa.

Tutto ciò di cui si ha bisogno per rimanere idratati è il fluido vitale: l’acqua. Una buona pianificazione e una borraccia piena di liquidi adatti per gli atleti o di acqua, saranno i nostri strumenti per reintegrare i liquidi. Continuate a leggere i nostri consigli per rimanere idratati durante la corsa.

L’idratazione inizia prima di correre

La colazione è un pasto fondamentale per gli atleti, poiché fornisce loro l’energia naturale per affrontare l’esercizio fisico. Anche se in linea di principio deve essere realizzata con cibi facili da digerire, ciò che dovrebbe di certo contenere sono le giuste dosi di liquido. Pertanto, è sempre consigliabile bere un bel bicchiere di spremuta di frutta naturale.

Ma l’idratazione del mattino non può essere limitata a questo. Specialmente se il vostro allenamento è programmato di mattina presto, dovreste bere almeno due o tre bicchieri d’acqua, in genere circa 15 minuti prima di iniziare a correre.

Importanza dell'idratazione

Consigli per rimanere idratati durante la corsa

Imparare a gestire il consumo di liquidi

Sembrerà sciocco ma l’abitudine di bere due bicchieri d’acqua prima di iniziare ad allenarsi coprirà almeno il 40% delle perdite di fluidi. Quindi, potrete ripristinare il consumo 20 minuti dopo l’inizio dell’esercizio.

Se vi siete esercitati per due ore, il consumo di acqua dovrebbe avvenire in modo rilassato e al fine di placare la sete. Alla fine dell’esercizio, la cosa migliore è bere almeno due litri di acqua per recuperare. L’obiettivo sarà sempre quello di restituire tutti i fluidi in tempo.

Bere a piccoli sorsi per rimanere idratati durante la corsa

Seguendo il ragionamento precedente, bere troppa acqua velocemente non ha molto senso. Al contrario, è consigliabile bere a piccoli sorsi controllati, a poco a poco. Potete farlo anche durante l’intero percorso che avete pianificato.

Facendo un calcolo approssimativo, dovreste bere tra i 150 e i 200 cc ogni 10 minuti. Un trucco eccellente per controllare l’acqua da ingerire è abituarsi a bere con una cannuccia. Bisogna bere direttamente dalla borraccia solo alla fine dell’esercizio, per evitare di riempirsi d’aria.

Ingerire la giusta quantità di acqua

Come avrete avuto modo di constatare, l’idratazione è una vera e propria sfida per chi corre. Tuttavia, ci sono quelli che esagerano nell’adempiere a questo compito. Infatti, anche se può sembrare insolito, in questa circostanza bere troppa acqua può rivelarsi controproducente.

Tra i due e i tre litri è una quantità più che sufficiente, calcolando quando avete iniziato a muovervi fino a quando non avrete finito. Bere fino a cinque litri durante l’allenamento e di fretta potrebbe causare disturbi allo stomaco. Ovviamente, questo potrebbe anche costringervi a fermarvi.

Idratazione
La disidratazione dipende anche dalla temperatura corporea

La temperatura corporea di un corridore ha molto a che fare con la perdita di liquidi. Più aumenta il calore, maggiore sarà la quantità di sudore. Per questo motivo, la cosa più logica è cercare di mantenere una temperatura corporea adeguata, oltre la quale starete bruciando calorie.

Asciugare il sudore dalla fronte e da altre parti del corpo vi aiuterà a mantenere in equilibrio la temperatura corporea. A meno che non stiate seguendo una dieta speciale per perdere peso, la cosa giusta da fare è allenarsi con un abbigliamento comodo e fresco. Inoltre, è meglio correre durante le ore meno calde della giornata: evitare il sole eccessivo sarà di grande aiuto.

L’acqua non è l’unica soluzione

Finora abbiamo parlato solo dell’acqua, ma ci sono molti altri liquidi che possono essere ingeriti prima, durante e dopo la corsa. Certo, sono tutti a base d’acqua, ma con un sapore diverso.

Ad esempio, il succo di anguria può essere molto rinfrescante e aiuta a ridurre la temperatura corporea. Quasi tutti i succhi di frutta sono generalmente consigliati. Le bevande a base di elettroliti sono vitali verso la fine della routine, o anche una volta terminato l’allenamento.

Attenzione alle bevande diuretiche

Naturalmente ci sono bevande che non sono raccomandate quando si fa jogging o si corre. Ad esempio, tè e caffè sono prodotti diuretici, che accelerano la perdita di liquidi corporei. Bere tè e caffè prima di correre è altamente sconsigliato.

Portare sempre con sé dell’acqua

Sembrerà il consiglio più ovvio, ma proprio per questo motivo non bisogna trascurarlo. La cosa migliore da fare è portarsi dietro uno zaino per l’acqua o una cintura idrica. Nei negozi sportivi troverete tutti i tipi di accessori per garantire il trasporto dei sistemi di idratazione.

Nel caso in cui non volete trasportare il peso dell’acqua, vi consigliamo di pianificare un percorso in cui avrete a disposizione fontane, negozi e altre opzioni in cui acquistare acqua fresca. Uno dei consigli per rimanere idratati durante la corsa è programmare l’allenamento in modo tale che non vi manchino mai i liquidi necessari.