Allenarsi con il vogatore: tutti i benefici

24 Ottobre 2019
Quali sono i benefici dell'allenamento con il vogatore? Questo tipo di allenamento serve fondamentalmente per rafforzare vari muscoli del vostro corpo, oltre a potenziare la vostra elasticità e la vostra resistenza.

Gli esercizi con il vogatore stanno prendendo sempre più piede nel mondo del fitness in quanto questo attrezzo permette di realizzare un esercizio total body senza spiacevoli conseguenze per le ginocchia. Dunque vediamo insieme come allenarsi con il vogatore ottenendo il massimo dei risultati.

L’obiettivo principale di questo attrezzo è quello di rafforzare gli addominali, i glutei, i pettorali, gli ischiocrurali e altri muscoli. Esistono due tipi di attrezzi per realizzare quello che può essere considerato un ‘canottaggio indoor‘.

  • Gli attrezzi statici
  • Gli attrezzi che sfruttano la forza dell’acqua per generare resistenza.

Questi esercizi nascono come evoluzione delle remate tradizionali praticate quando si va in kayak, canoe o barche a remi, principalmente nei fiumi. Tuttavia, a causa del ritmo frenetico della vita moderna praticare questi sport almeno tre o quattro volte la settimana diventa impossibile per la maggior parte delle persone.

Grazie a particolari sistemi questi attrezzi riescono a simulare perfettamente le vere remate. E dunque riescono a simulare anche i benefici che quest’attività può apportare al corpo. Ma si fa ad allenarsi con il vogatore?

Allenarsi con il vogatore: tutti i benefici

L’utilizzo dei remi implica uno sforzo per quasi tutti i muscoli del corpo. Si tratta di un’ attività di resistenza a 360°. Inoltre, l’impatto che questo esercizio ha sulle articolazioni non è per niente traumatico, per cui è quasi impossibile che provochi lesioni, a meno che non sia eseguito male da un punto di vista tecnico.

Allenarsi con il vogatore è ottimo per la riabilitazione in quanto permette di recuperare la forza e il tono muscolare. Inoltre, è possibile aumentare progressivamente il range di movimento e la flessibilità.

Inoltre, si tratta anche di un ottimo esercizio cardiovascolare. La frequenza cardiaca aumenta con un’ intensità relativa per cui è possibile continuare a svolgere l’esercizio ad un ritmo costante per molto tempo senza avere ripercussioni sull’organismo.

Questo tipo di esercizio è anche molto utile per bruciare calorie. Allo stesso tempo, renderà la vostra schiena forte ed equilibrata, grazie al connubio dei muscoli stabilizzatori e tonico-posturali.

Ragazza usa vogatore

Allenamenti di gruppo con il vogatore

Oggigiorno il vogatore è diventato popolare quasi quanto lo spinning. Ciò accade perché si tratta di un’ attività che può essere svolta in gruppo, come se si trattasse di una vera e propria gara di remate sul fiume.

Molto spesso, gli esercizi di gruppo si rivelano più efficaci rispetto a quelli svolti in maniera individuale. La paura di essere i più lenti del gruppo vi stimolerà a sforzarvi di più.

Remare è un’azione spontanea e naturale tanto quanto la camminata. Per questo motivo trovare la tecnica giusta non è affatto difficile. È probabile che con la giusta attrezzatura una sola sessione sia sufficiente a farvi capire come procedere.

Allenarsi con il vogatore: non è solo spingi e tira

Ogni allenamento può essere organizzato seguendo modelli di percorso lunghi (3 o più chilometri), inoltre anche il livello di intensità è variabile. Tuttavia, tralasciando questi parametri, l’allenamento con il vogatore si divide in tre fasi:

  • The catch: si tratta del punto di inizio. Le gambe sono totalmente piegate e le braccia distese in avanti.
  • The drive: le gambe vengono distese e allo stesso tempo si spinge il bacino all’indietro. Contemporaneamente si tira il ‘remo’ fino a portare le mani al di sotto del petto.
  • Recovery: Si ritorna nella posizione di partenza. Per prima cosa bisogna stendere le braccia e poi si ripiegano le gambe. Tutti i passaggi vanno realizzati nella maniera più fluida possibile.

Remate tradizionali vs esercizi col vogatore: le differenze

Utilizzare il vogatore è molto più divertente e piacevole rispetto alle remate tradizionali. Permette di provare le stesse sensazioni dell’attività all’aria aperta senza però rinunciare al comfort della palestra.

Si tratta di un attrezzo che facilita la capacità di adattamento, oltre ad essere molto ben equipaggiato. Tra le altre cose, gli esercizi sulle attrezzature statiche richiedono uno sforzo minore, perché non c’è la naturale resistenza generata dall’acqua.

Errori nell'uso del vogatore

Errori più comuni quando si utilizza il vogatore

L’errore più diffuso quando si svolge questo è esercizio è quello di non prestare attenzione alla postura della schiena. Se non è perfettamente dritta, è impossibile che l’azione dei muscoli dell’arto superiore sia focalizzata solo sulle braccia e sulle spalle, che è uno dei requisiti fondamentali per la buona riuscita di questo esercizio.

Altri errori facilmente commessi durante lo svolgimento di questo esercizio sono:

  • Afferrare il ‘remo’ dalla parte esterna e con le mani troppo unite.
  • Piegare i polsi.
  • Sedersi con le ginocchia separate.
  • Fare movimenti troppo bruschi.

In sintesi, gli esercizi con il vogatore vanno sempre fatti con calma e con molta pazienza. Allo stesso tempo, è assolutamente necessario seguire la tecnica giusta. La fretta e la velocità frenetica che non vi fanno prestare attenzione a ciò che state facendo può solamente portare a lesioni o altri danni, anche gravi.

  • Mäestu, J., Jürimäe, J., & Jürimäe, T. (2005). Monitoring of performance and training in rowing. Sports Medicine. https://doi.org/10.2165/00007256-200535070-00005
  • García-Pallars, J., & Izquierdo, M. (2011). Strategies to optimize concurrent training of strength and aerobic fitness for rowing and canoeing. Sports Medicine. https://doi.org/10.2165/11539690-000000000-00000
  • Gee, T. I., Olsen, P. D., Berger, N. J., Golby, J., & Thompson, K. G. (2011). Strength and conditioning practices in rowing. Journal of Strength and Conditioning Research25(3), 668–682. https://doi.org/10.1519/JSC.0b013e3181e2e10e